Turismo: un portale da un milione di euro

Ritratto di Massimiliano

Ragazzi, l'ennesimo sperpero di denaro pubblico è avvenuto in Calabria, sempre ad opera della Regione Calabria.
Date un'occhiata al nuovo sito dell'Assessorato al turismo presentato ieri a Catanzaro.
Lo trovate all'indirizzo: http://www.turiscalabria.it/ e rabbrividirete sapendo che è costato un milione di euro!!!!!!
Vi lancio una proposta: perchè come Hacklab non facciamo un'analisi del sito e ne stimiamo il valore dal punto di vista del software utilizzato? Poi stimeremo il valore dei contenuti fino a compiere una stima complessiva del lavoro svolto. Dopodichè lo mandiamo a Grillo.
Che ne dite?
Io, a occhio, con 4.000 euro esagerando glielo facevo fare uguale.

Portale: 

Commenti

Ritratto di joebew

Salve Massimiliano e grazie per la tua segnalazione,
mi occupo da diverso tempo di tecnologie e sviluppo applicazioni web ed ho una certa competenza sull'argomento. Posso confermare, con tutta sicurezza, che 1.000.000 € per la realizzazione tecnica di quel portale non sta ne' in cielo e ne' in terra. Ad una prima analisi tecnica si scopre che quel portale non e' conforme agli standard W3C, verificate voi stessi: http://validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fwww.turiscalabria.it%2Fde..., presenta tantissimi errori. Non soddisfa neppure le linee guida ( derivate dagli standard W3C ) proposte dal "Centro Nazionale per Informatica nella Pubblica Amministrazione" riguardo l'accessibilita' dei contenuti, che potete trovare qui: http://www.cnipa.gov.it - ma cio' non so quanto e ne se sia importante. Comunque, gli standard internazionali W3C non sono rispettati e se parliamo di accessibilita' dell'informazione questo e' un fattore da prendere seriamente in considerazione.

La realizzazione tecnica di un portale del genere non supera i 4.000/5.000 €. Se pensiamo che esistono diversi CMS rilasciati sono GPL che offrono tantissime funzionalita' ( vedesi hacklabcz.com ) gia' pronti. Si poteva optare per una piattaforma gia' presente e successivamente estenderla nelle sue funzionalita'.

E' probabile che il milione di euro comprenda operazioni di DATA-ENTRY e quindi avranno dovuto pagare "diverse" persone incaricate ad inserire i dati. Ma anche li' avrei i miei dubbi.

Sinceramente, fossi in te, mi accerterei prima della reale somma spesa per la realizzazione di quel portale. Un milione di euro e' ESAGERATO.

La mia e' stata semplicemente una breve analisi - se, come HackLab Catanzaro dovessimo impegnarci in un'analisi piu' dettagliata dovremmo spendere un articolo specifico a riguardo e non un semplice commento - me ne potrei occupare io stesso ( magari mettiamo su un gruppo di 2 o 3 persone ), potremmo discutere anche sui linguaggi di programmazione, web server e database server utilizzati per la realizzazione di un progetto simile.

Ne discuteremo nella prossima riunione.

A presto,
Giuseppe Leone

Ciao a tutti,
mi sono appena registrato in questo sito per portare un piccolo aggiornamento informativo riguado a questo argomento scabroso....
Per una completa disamina della faccenda dovrei scrivere un libro...tante sono le informazioni che il popolo della rete è riuscito a scovare e perciò qui mi limito a fare un sunto riportando stralci dell'articolo che ho inserito nel sito dell'associazione di cui sono membro...( l'articolo completo lo trovate al link http://www.assorara.org/index.php?option=com_content&task=view&id=402&It... )

...La critica susseguitasi alla notizia non è ancora totalmente di dominio pubblico anche se effetti sulle discussioni e vere e proprie attività di indagine che sono immediatamente partite su internet, sia nei vari forum dei meetup di Cosenza, di Catanzaro, di Vibo Valentia...che in altri ( per primo, in ordine di tempo fra tutti, va segnalato VisivaGroup - http://www.visivagroup.it/showthread.php?t=23758 ), si stanno iniziando a constatare; la notizia sul web ha superato i confini regionali giungendo a livello nazionale dove si inizia a parlare di questa pietra miliare dello sperpero ( vedi a tal proposito The Million Portal Bay - http://millionportalbay.wordpress.com/2007/11/21/turiscalabriait-se-ques... ) ma, tagliando la testa al toro, è necessario fare un sunto di quanto sta accadendo.

Imediatamente dopo la conferenza stampa che ha fatto si che si alzasse un'ondata di sdegno generale, i forum si sono arricchiti, ora dopo ora, di vere e proprie analisi e indagini ben definite.

Nei primissimi interventi si era partiti sparlando dello stesso nome turiscalabria, una strana stortura soprattutto dopo che si scopre che il nome turismocalabria.it è libero e costerebbe solo € 5,99; poi si è fatto notare che moltissimi contenuti provenivano da Calabriaweb.it, un sito non più operativo realizzato anni fa nell'ambito del Piano telematico calabrese dalla TelCal e che è stato trasferito alla Regione Calabria.

Successivamente si è scoperto che il portale ha delle mancanze riguardanti gli standard di qualità e di accessibilità di cui si dovrebbe preoccupare qualsiasi webmaster, figuriamoci quindi una PA, ...e infatti non supera il test W3C riportando ben 90 errori ( lo si può constatare nel link che riporto nell'articolo ). Su queste stesse pagine ( http://www.assorara.org ) si era fatto notare che un sito di promozione turistica perfettamente funzionante la regione lo aveva già.

Succesivamente a queste analisi preliminari si sono aggiunte nuove, e molto più scottanti, informazioni; dapprima si scopre l'effettivo costo del portale visto che mentre in conferenza stampa viene dichiarata una spesa di 1 milione di euro, poco dopo si scopre che purtroppo la realtà è ancora più scandalosa!

Su questo chiarisce tutto e molto bene il portale The Million Dollar Bay. La nascita del sito è il risultato del progetto "Turismo in Rete" pensato e presentato da Promuovi Italia, il quale prevedeva un esborso per la sua messa in pratica di euro 1.646.866,67 con il 90% dell'esborso a carico dello Stato e il restante 10% a carico della regione (questa cifra è relativa al solo progetto Calabria); questa la base d'asta del bando di gara emesso con DECRETO n. 23396 del 27 dicembre 2004. Riguardo ai contenuti del bando si legge poi:

Il sito web dovra` essere accessibile come previsto dalla normativa italiana vigente. Percio` esso dovra` essere progettato in modo da garantire la sua consultazione anche da parte di individui affetti da disabilita` fisiche o sensoriali, o condizionati dall'uso di strumenti con prestazioni limitate o da condizioni ambientali sfavorevoli.

Il sito web deve essere usabile. L'informazione dovra` essere organizzata in aree concettualmente omogenee, organizzate gerarchicamente e devono essere connesse tra di loro in modo tale che sia facile e naturale passare da una all'altra. Le informazioni obsolete sono inutili e danneggiano la reputazione del sito Web, percio` esse, una volta superate dal tempo e/o dagli eventi, andranno archiviate in un'apposita sezione dotata di adeguate funzioni di ricerca.

Ma arriviamo ai risultati della gara d'appalto che vedono uscire vincitrice la Soc. Alos Comunication S.r.l., nella qualità di capo-gruppo della A.T.l. costituita con la Acrobats Soc. Cooperativa Estrocal S.r.l. e la Soc.Mercury S.r.l., per un importo di euro 1.366.899,00 Iva compresa. L'aggiudicazione della gara è datata 1 febbraio 2006 e la pubblicazione del risultato è del 24 febbraio 2006.

Su questa società ci sono da sottolineare due cose:
La prima è una curiosa ed interessante scoperta fatta dai ragazzi del meet up di Cosenza; infatti, partendo dalla notizia che alla conferenza stampa era presente il signor Pierluigi Aymerich, i ragazzi hanno scoperto che lo stesso signore lo si ritrova con il ruolo di "mandatario elettorale" nel sito della Ministra Giovanna Melandri (guardare le parole scritte in piccolo in fondo alla pagina del collegamento); quando si dice com'è piccolo il mondo;
La seconda notizia riguarda la società in generale; infatti, carte alla mano, si scopre che l'Asol doveva rendere operativo il portale entro e non oltre la data del 24 febbraio 2007, anche se c'è da aggiungere che per il ritardo nella consegna, solo nel caso in cui l'ente Regione lo ritenesse ingiustificato, era prevista la clausola che permetteva l'applicazione di una penale di (tenetevi forte) euro 154,90 al giorno (comunque sia, pare che l'Ente Regione non abbia riscontrato il ritardo ingiustificato e perciò non ci sono stati ribassi).

Per la cronaca...giusto nella giornata di ieri 22 novembre 2007, il Domani ( scusate il gioco di parole) ha pubblicato un'inchiesta riguardante il nuovo portale del turismo calabrese; da quanto si può leggere pare che molte informazioni provengano proprio dal popolo della rete e anche dalle ricerche e dai messaggi inseriti sul forum dai ragazzi di Cosenza ( il link all'articolo del giornale è questo: http://www.ildomanionline.it/Attualita/IL-PORTALE-MILIONARIO-DELL-ASSESS...)!

Ebbene...come ultime novità si è scoperta la composizione della commissione che ha selezionato i vari progetti... di questo ne trovate notizia al link http://www.assorara.org/index.php?option=com_fireboard&func=view&id=61&c...

Spero che queste informazioni possano stimolarVi nell'effettuare quell'analisi approfondita dei costi che Massimiliano aveva chiesto e che credo potrebbe contribuire molto ad incentivare la discussione...

ViVa le Open Sources
Alessandro

ViVa le Open Sources

Ritratto di ieyasu

Stavo pensando di suggerire la questione all'attenzione della redazione di Hax e farne una vera e propria inchiesta giornalistica con tanto di analisi da pubblicare, denunce di mancata conformità alle normative e degli sprechi soliti della PA.
Che ne pensate?

Nuccio Cantelmi

Nuccio Cantelmi

Ritratto di leonardo

C'era una pubblicità che aveva questo slogan..
In effetti il milione ci sta tutto, perchè è stato fatto da chi se ne intende e quindi ha inteso valutarlo un milione...

Ma chi siamo noi... dico.. chi siamo noi... per valutare una simile opera d'ingegno?

Ma lo avete visitato?

Dico: lo avete visitato bene?

Siete forse dei Medici per valutare l'arguzia e la sanità mentale di chi ha messo in piedi tale capolavoro?

Lo avete visitato bene?

Questo sito è tutto da visitare.
Tutto.
Compreso l'autore.

Perchè è bello, bellissimo, strabello, sopratutto semplice funzionale e poi.. avete notato? E' IN CINQUE LINGUE!!!

Quanti esperti di lingua ci saranno voluti per leccare (ops.. scusate, un refuso.. sapete.. lingua.. leccare.. va beh.. ) pardon.. volevo dire: redigere le traduzioni?

Quante segretarie hanno dovuto far toccare con mano la propria esperienza per poter coadiuvare i redattori e i ricercatori nelle loro pause sopra, dietro e sotto la scrivania?

Quanti ani ci saranno voluti!! Anni e anni e ani di tempo.. che pensate?
Il milione secondo me ci sta tutto..

Mentre io, tra di voi, io non parlo mai.. e ho appena finito di redigere, senza segretarie e senza "tradurre", un sito per le pari opportunita' per un ente istituzionale, chiedendo la fastasmagorica somma di due, dico duemila e quattrocento eurìi!!!

Io sono trasparente e trasparentemente mi mordo le dita.. perchè se "quello lì" (quelolì, quelolì, vicino al banco dei pepperoni..) ha chiesto un milione di bonaventura.. io, che ho rispettato le norme governative, gli standard per l'accessibilità, e ho messo "financo" una sezione per gli ipo/non vedenti, avrei dovuto chiedere camionate di eurìii e valigiate di petrodollari.. diciamo che nel confronto avrei dovuto chiedere circa 20 milioni e quattrocentomila eurotollari!!!
E pure +IVA, va!

E chomunqque, indifferentemennnnnthe, pedissequamennnnnthe, quantunquemennnnthe..
iu usavi:
Piattaforma Joomla, hosting linux, apache, tuttu u resto è noia, và..

E iu vi prometto che un giorno sembremente ci sarà:

Cchiù Linux ppe tutti!!!

Cchiù Linux ppe tutti!!

CCHIU' LINUX PPE' THUTTI!!

azzu azzu, ìiu ìiu..

Leo^^

Ritratto di Massimiliano

Nuccio, mi trovi perfettamente d'accordo, partiamo subito con la richiesta di analisi.

Massimiliano