Facciamola all'italiana: Dal bazaar alla cattedrale...

Ritratto di joebew

Mi pare ovvio che il vero evento riconosciuto a livello mondiale sia il Software Freedom Day. Ad ogni modo vorrei dire una cosa sullo schifo che sta combinando l'Italian Linux Society per una stupidaggine!

In questi ultimi giorni (non a caso poche settimane prima del Linux Day) si sono riaperte nuove discussioni sulla ML dell'ILS sul tanto acceso dibattito Linux Day VS GNU/Linux Day. La risposta ultima da parte dell'ILS su tale argomento è stata...

un po' troppo autoritaria e poco democratica (moderavano addirittura i messaggi nella ML): si è deciso che il nome dell'evento è e resterà Linux Day e chiunque vorrà dare all'evento un altro nome (seppure condividendo le stesse argomentazioni e supportando la condivisione e l'utilizzo del Software Libero) verrà automaticamente escluso dalla mappa LinuxDay. Ma fino a qualche tempo fa non si parlava di comunità?! Di bazaar, di libertà di espressione e di democrazia?! Se il fine ultimo dell'evento è diffondere il più possibile il verbo del Software Libero e di Linux in particolare, perchè si deve dare tanta importanza ad un nome? È necessario che tutte le associazioni che organizzano o che sostengono questo evento siano presenti nella mappa, al di là del nome che gli vorranno attribuire. Cavolo stiamo facendo, discriminazione su un nome?!

Se è vero che stiamo parlando di Software Libero e di libertà, ho una sola risposta per l'ILS: Andate a proprio a quel paese. Mi preoccuperò di votare a favore per la rimozione dell'Hacking Laboratory Catanzaro dalla LUGMap... Siamo un HackLab e non un LUG, siate coerenti anche in questo, perdincibacco!

Noi a Catanzaro non organizziamo il Linux Day, bensì il GNU/Linux Day, e se qualcuno vuol essere più preciso, allora organizzeremo il GNU/Apache/Linux Day oppure ancora il GNU/Apache/BSD/Linux Day oppure ancora meglio... Il Software Freedom Day!

Ciao ILS ciao :D

Edit: volgarità censurate (testo adattato anche per gli adolescenti)

Portale: 

Commenti

Ritratto di umberto

A volte ci si perde nelle banalità perdendo di mira i veri obiettivi (proprio all'italiana)!

"La mente che si apre ad una nuova idea non torna mai alla dimensione precedente."
[Albert Einstein]

Premessa: non sono socio ILS, mi trovo solo ad essere nel team di coordinamento del Linux Day di quest'anno (nonche' amministratore della LugMap) appunto perche' in ILS non se ne occupava nessuno da tempo.

Innanzitutto, non mi risulta ci sia moderazione sulla mailing list dei LUG. Mi premurero' di contattare l'amministratore per chiarire questo punto, se hai avuto problemi di tal fatta sii esplicito e dicci quali sono stati.

Venendo al sodo: stando ai dati raccolti dalle periodiche revisioni che operiamo sui siti registrati su linuxday.it, risulta che i "GNU/Linux Day" in Italia siano 6. Su 102. Dati aggiornati a tre giorni fa, libero di ricontrollare quando vuoi.
Ora: non solo mi pare assurdo pretendere che la manifestazione nazionale sia rinominata in funzione della volonta' di 6 gruppi su 102, ma mi sembra ancor piu' assurdo appellarsi al concetto di "democrazia". In democrazia si sceglie e vince la maggioranza, e la minoranza si adatta alla decisione. Se ognuno fa come vuole, si chiama "anarchia". Che e' un'altra cosa. E non mi e' ben chiaro perche' se si facesse come dicono 6 su 102 sarebbe "democrazia", quando si fa come fanno 96 su 102 si chiama "dittatura".

Esattamente come ci sono i sostenitori del "GNU/Linux Day" c'e' (anche e soprattutto fuori da ILS) chi preferisce "Linux Day" e chi chiede che le linee guida nazionali siano applicate, dunque che i GNU/Linux Day siano ammessi o rimossi comunque si farebbe torto a qualcuno. Spiacente che quest'anno quel qualcuno siate voi, lo scorso anno e' stato qualcun'altro.

Ritratto di joebew

Figurati MadBob, è sempre un piacere leggerti (se dovessi passare da Catanzaro sarai ospite dello *LAB). In ogni caso, qui nessuno è dispiaciuto per l'accaduto, specialmente io.

L'ILS poteva sicuramente rispondere con ben altri toni (presto fornirò tutti i riferimenti) piuttosto che escludere a priori dalla mappa (quindi diminuire visibilità del mondo software libero in Italia) tutte quelle associazioni che volevano esprimersi in altri termini. La libertà sta anche in questo, il GNU/Linux Day tratterà sicuramente uguali argomenti di un qualsiasi altro Linux Day. Credo che rispettare le decisioni delle realtà locali sia un prerequisito necessario se realmente si ha voglia di cooperare tutti insieme per il raggiungimento di un obiettivo comune. La mia personale opinione che leggi in questo mio blog non è il pensiero collettivo dell'HackLabCZ, che sia ben chiaro ;). Ho pensato bene che se l'ILS ha deciso di farne un problema di forma e di coerenza, è logico che allora escluda a priori anche il nostro riferimento dall'elenco delle associazioni che visualizzano sul loro sito, tutto qui.

Mi auguro che questo blog non sia causa di eventuali flameswar e ripeto ancora una volta che le opinioni espresse sono del sottoscritto. Siamo persone abbastanza mature da poter evitare simili disastri :).

A presto,
Joe.

Ritratto di gigismi

semmai quei 6 su 102 sono quei gruppi che portano avanti le loro idee anche contro tutti! Non è tutto nato così? Noi stessi non siamo un piccolo gruppo che và in contro all' italia windows-siana? Siamo noi i primi a dover pensare diversamente per ottenere davvero dei cambiamenti!

gigismi