[HackLabCZ] Progetto Osservatorio per l educazione informatica

Gigismi gigismir a gmail.com
Dom 21 Mar 2010 12:59:37 CET


Ciao Gnuccio, rispondo a te perchè gli altri ho avuto il piacere di
parlargli alll incontro scorso :-)

2010/3/18 Nuccio Cantelmi <n.cantelmi a bluehat.it>

>
> Punto 1: calmati, respira profondamente, ... così, bravo!!!
> SEi ciclonico. Apprezzo molto il brainstorm che hai riversato, ma ordine!
>
Ho fatto un brain storming tutto da solo :-) In realtà questa mail l ho
scritta in due occasioni diverse.    :-)

>
> Mi piace molto il tema dell'identità digitale. E' da molto che ne discuto
> in varie sedi e sono d'accordo che è già scottante oggi (vedi OpenID ed
> emuli) pur quando in pochi ne parlano o se ne preoccupano.
>
Anche a me e sopratutto per come tale progetto prenderà piede sarà il tema
scottante. Non ci scordiamo che la legalità in tutto questo è il fattore
condizionante primario, perchè la legge italiana è diversa dalle altre e
viceversa

> Sulla differenza tra SL e SP si può discutere purché si mettano davanti i
> principi e non la tecnica. Mi è capitato troppe volte di discutere con
> accesi sostenitori del sistema operativo MS che si appigliano alla mancanza
> di driver o cazzate simili. Alla fine è come discutere se è meglio maradona
> o platini (che volete ho un'età nella quale si cominciano a ricordare i bei
> tempi andati....), cioè è un discorso sterile e di preferenze personali. Ma
> sui principi di libertà e rispetto della persona non ci può essere confronto
> (anche se ho trovato gente che ha da dire pure su quelli....).
>
Quoto

> Sul costo della licenza valga quanto sopra: non importa pagare se ciò che
> paghi vale. Importa la libertà della persona di essere in controllo della
> sua macchina contro il progetto di controllo centralizzato e monopolistico
> (avete letto il manifesto di Eprivacy 2010? Paura vera.....).
>
Eppure l altra volta ho aperto uno dei soliti discorsi che si fanno in ML
quando si parlano di queste questioni dicendo (in sintesi), che per quando
si parla di licenze e di costi molti negozietti informatici che ti
aggiustano il pc quando gli chiedi di formattarlo si prendono 30 euro per
disinstallarti la tua copia originale di windows XP (ad esempio) per poi
installarti Windows 7 crackato. Cose da pazzi!!! Invece di dire alle persone
che posoono andare in galera e di chiedergli il cd di rispristino del pc
oppure installare linux e dire chiaramente che per una copia ci vogliono 400
euro.

In tal senso il costo della licenza è molto importante solo che non c'è la
dovuta struttura della legalità!!!

> Ciò che non ho ben compreso è la questione del semaforo o bollino ai siti.
> In linea di principio, mettere veti o bollini di sorta alla libertà
> dell'utente è proprio ciò che fanno con il trusted computing: ci dicono loro
> ciò che è attendibile o no.... In subordine, chi affida un giudizio deve cmq
> dimostrare di possedere un rigore morale superiore a chi è giudicato, il
> che, spesso, genera situazioni borderline o zone grigie.
>
Si sostanzialmente, in questo sono stato un pò generico. Io penso che tutto
vada riferito a 3 grandi fette di persone (anche una quarta speciale). I
bambini ai quali i concetti vanno trasmessi in modo completamente diverso e
in modo meno dettagliato, gli studenti (per es. eventi come la ConfSL dove
ci sono diciamo gli esperti/appassionati) e poi la massa appartenente ad un
metalinguaggio fra i due in modo sia da colpire per curiosità di linguaggio
nei confronti di cose che non conoscono ma anche apertura nei riguardi di
quelle persone che non hanno affatto confidenza con la terminologia.
Detto questo il discorso del semaforo (pollice giù pollice su come diceva J)
è inteso come un suggerimento da dare alle categorie di bambini e persone
comuni, Dove nei primi gli si indica una specie di parental control, nei
secondi invece tutti quei consigli che andrebbero ascoltati. Per fare un
esempio in termini di educazione Informatica siti come Ebay potrebbero
essere segnalati col giallo per indicare che bisogna fare attenzione nell
usarli e quindi leggere prima tutte le FAQ.. .

spero di essermi saputo esprimere :-)

In definitiva, il progetto dell'osservatorio sull'educazione informatica mi
> pare buona cosa, anche se suggerisco di lasciare il tutto virtuale,
> dedicandogli un sito ad hoc, per lasciare traccia perenne del progetto e
> consentire anche ad altri di poterne beneficiare (ed anche per risparmiare
> carta e lasciare gli alberi al loro posto).
>
Per esempio :-)

>
> Gnu
>
> --
> Nuccio Cantelmi AKA GNUccio
> www.nucciocantelmi.it
> Anti Cloud Computing Laboratory - http://aclab.indivia.net/
> Feudalesimo Digitale - www.feudalesimodigitale.net
> H Project - www.hproject.org
> Hacklab Catanzaro – www.hlcz.it
>
>
> _______________________________________________
> HackLabCZ mailing list
> HackLabCZ a lists.hacklabcz.com
> http://hacklab.cz/mailing-list
>
>


-- 
  (           o  _/_ /
   `.  _  _  ,   /   /_
(___)/ / /_(_(__/  /_Smith_
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://lists.oyster.it/pipermail/hacklabcz/attachments/20100321/49db207e/attachment.htm


More information about the HackLabCZ mailing list