Il silenzio della censura

Ritratto di ieyasu

La censura è una scure che non fa rumore, che si abbatte senza sibilo e senza apparente movimento. Eppure sa colpire duramente la libertà di espressione.
Il Giornalista siciliano Carlo Ruta (uso volutamente la G maiuscola), reo di esercitare la libera informazione e di opporre cultura libera alla cultura mafiosa, è stato condannato da un tribunale della repubblica italiana (le minuscole sono anch'essa volute!) per "stampa clandestina" per aver curato il sito antimafia "accadeinsicilia.net". Le formalità legate all'esercizio della stampa periodica sono state introdotte durante il fascismo per controllare la libertà editoriale, ma sono state opportunamente mantenute dal successivo regime democratico.
In realtà, la democrazia si basa sulla trasparenza e sull'informazione libera. In mancanza di esse, lo Stato dei cittadini diviene succube dello stato delle istituzioni.
Proprio in ragione dell'assenza di informazione trasparente, il grave attentato alla libertà di espressione perpetrato ai danni di Ruta è passato sotto il silenzio più totale. Per fortuna, molti blogger, associazioni o netattivisti si stanno mobilitando per far sentire una voce dissidente ed alternativa di indignazione contro la censura.
Anche Hacklab si schiera decisamente a favore della libertà dell'informazione e della condivisione della conoscenza. La crescita collettiva dell'umanità passa attraverso la promozione della conoscenza e la divulgazione della cultura. Episodi come quello di Ruta riportano indietro le lancette della storia e ci fanno capire come l'era degli "ismi" (fascismo, comunismo, nazionalismo etc...) non è ancora finita.
Prossimamente Carlo Ruta scriverà su Hax per far sentire che la voce della libertà trova sempre il modo di esprimersi nonostante la censura.
Per sottoscrivere l'appello a sostegno di Carlo Ruta:http://www.censurati.it/voxpeople/carloruta/.
Nuccio Cantelmi

Portale: 

Commenti

Ritratto di joebew

Ciao Nuccio,
ottimo appello. Petizione firmata e messaggio pubblicato anche su: http://forum.masterdrive.it/pausa-caff-11/libert-web-sentenza-oscurantis... sperando di raccogliere altre firme.

A presto,
Giuseppe Leone

Sono d'accordo. Ho firmato la petizione.
W HackLabCZ